• shutterstock 36034633
  • shutterstock 116746462
  • shutterstock 118932805
  • shutterstock 59306614

“SOPIRE, TRONCARE, PADRE MOLTO REVERENDO: TRONCARE, SOPIRE” Sul ’68 e dintorni

Written by Adriano Voltolin. Posted in homepage, Ideologico quotidiano

di Adriano Voltolin

E’ imbarazzante scrivere qualcosa sul ’68. Non tanto perché l’abitudine di trasformare una memoria in un ricordo ed un ricordo in una commemorazione, fa sì che ci si trovi in una notte nella quale tutte le vacche sono nere: il 1848 e le cinque giornate di Milano, la lotta partigiana, le quattro giornate di Napoli, l’impresa dei mille e le guerre d’indipendenza sono, in quest’ottica, tutti fulgidi, e soprattutto intercambiabili, esempi di lotta per la libertà; e quindi Cattaneo, Garibaldi, Mazzini, Duccio Galimberti e Gennarino Capuzzo sono tutti fratelli anelanti la medesima cosa: la libertà senz’altre più precise definizioni che, al più, guasterebbero solamente il clima ecumenico.

Mario Vegetti: un ricordo personale e filosofico

Written by Segreteria. Posted in homepage

Pubblichiamo di seguito un ricordo di Mario Vegetti, notissimo studioso e docente di Storia della Filosofia antica e intellettuale rigoroso, amico personale di alcuni di noi e della Società di Psicoanalisi Critica”

 

Di Luca Grecchi[1]

Il mio rapporto con Mario Vegetti risale al 2004. Da studioso della filosofia antica mi sono infatti formato, come molti altri, sui suoi testi, che ho sempre apprezzato in maniera particolare (insieme a quelli di Enrico Berti). Decisi per questo, pur non avendolo mai incontrato di persona, di chiedergli una introduzione ad un libro che avevo appena concluso (Conoscenza della felicità). In maniera inattesa, anche in quanto Mario era ancora alle prese con l’insegnamento accademico, egli lesse velocemente il manoscritto di quel giovane sconosciuto che allora ero per lui, e ne realizzò una generosa introduzione, che iniziava con queste parole: “Luca Grecchi è un pensatore, a suo modo, classico…„. Inutile dire la gioia che provai quando la ricevetti.

La dialettica verità-menzogna nei rapporti intersoggettivi

Written by Segreteria. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 24 marzo 2018 – ore 9,30/13,00

Libreria Franco Angeli Bookshop
Piazzetta ribassata davanti al Teatro degli Arcimboldi
(MM5 – Bicocca; Bus 87; tram 7 – fermata Arcimboldi)
Ingresso libero

La dialettica verità-menzogna nei rapporti intersoggettivi

Gian Luca Barbieri

Gianni Trimarchi

Conduce il dibattito Giuseppe Perfetto

A partire da riferimenti soprattutto letterari, la conversazione è centrata sui rapporti dialettici e complessi tra verità e bugia (falsità, menzogna) in una prospettiva che contempla semiotica e psicoanalisi.

La morte profanata

Written by Segreteria. Posted in homepage, Ideologico quotidiano

Santo Peli da “La resistenza difficile” – Franco Angeli 1999

Riflessioni sulla crudeltà e sulla morte durante la Resistenza

I

Le riflessioni che seguono rappresentano un primo tentativo di formulare delle ipotesi interpretative, di organizzare elementi d’analisi intorno ad una domanda che una serie d’episodi, d’avvenimenti incontrati nel corso di una ricerca sulla resistenza mi ha posto davanti, e che si può così sintetizzare: quali sono le ragioni della progressiva perdita di razionalità, o di necessità operativa, insomma di “senso”, di molteplici pratiche violente che aumentano d’intensità, e acquistano progressivamente connotati d’assolutezza, di male fine a se stesso, man mano che la vicenda resistenziale procede, anche quando i suoi esiti appaiono scontati? All’interno di questa generale questione, la mia attenzione è stata particolarmente attratta dalla prassi di violenze sui cadaveri, di divieto di sepoltura, di “profanazione della morte”.

sito realizzato da